Zooming

Inverno, neve, acqua, freddo e gelo… ma nonostante tutto noi non ci fermiamo e siamo presenti con un nuovo appuntamento con la rubrica “Dietro le quinte“ che dedichiamo al vice presidente dell’Associazione Culturale Fotoscriba, Roberto Bogo.

Roberto ci illustra il suo “scatto”: «Sono partito dal concetto di centratura della figura umana rispetto all’ambiente circostante, nonostante ci sia movimento, la figura anima in modalità baricentrica la foto. Tuttavia l’ambiente è elemento essenziale che avvolge la figura protagonista ed “interferisce” con essa, a significare che le sinergie sono necessarie e complementari. Le “lame di luce“ e le dissolvenze circondano la figura umana e ne diventano quasi “aureola fotografica“, una sorta di divinizzazione tecnologica che esalta il concetto umano rispetto al tecnicismo».

La tecnica usata deriva dal “panning“, ma trattando di movimenti zoom e non di inseguimento, lo cataloghiamo come “Effetto Zooming“.

Per creare questo scatto Roberto ha utilizzato un obiettivo con zoom da 18 a 135 millimetri.

Prosegue Roberto: «Posizionata la mia Fotocamera, utilizzando il cavalletto, ad una distanza di circa 5 metri dal soggetto, ho sistemato l’inquadratura, impostato, utilizzando il sistema manuale, un tempo di scatto di 1/15 di secondo e un diaframma di f/8 con sensibilità ISO a 400».

E la tecnica? Al momento dello scatto va ruotato lo zoom fino alla minima focale… ma si può anche effettuare con l’inverso della rotazione in avvicinamento.

1 commento in “Zooming

Lascia un commento